home

Biblioteca storica del Liceo Ginnasio "P. Colletta" di Avellino

Il patrimonio librario della Biblioteca del Liceo Colletta, consistente in circa 10.000 volumi, si è andato stratificando parallelamente con la storia della scuola, istituita, per effetto della l. del 30 maggio 1807 di Giuseppe Bonaparte e poi di Gioacchino Murat, come "Real Collegio" nel 1831, e, infine, come Liceo il 10 ottobre dello stesso anno.
Lo stesso Murat vi fondò, inoltre, l'ancora attiva cattedra di Lingua e Letteratura Francese.
La dotazione del nucleo originario costitutivo si venne subito incrementando grazie alla cura degli Scolopi, a cui la scuola fu affidata fino al 26 settembre 1861.
Accanto, così, ai vari testi del tardo Settecento e del primo Ottocento, figurano rare edizioni di interesse storico - documentario che rendono preziosa la sezione relativa al Regno d'Italia.
La funzionalità e la qualità del patrimonio librario è garantita dagli apporti che sono stati suggeriti, nel tempo, da vari insegnanti, al fine di offrire agli studenti efficaci strumenti di studio nel segno della continuità.
La Biblioteca del Liceo Ginnasio "P. Colletta" di Avellino, tra quelle scolastiche la più antica del capoluogo irpino, tanto da essere riconosciuta dalla Sovrintendenza Regionale "di pubblico interesse", dopo lavori di recupero e di restauro degli arredi, finanziati nell'ambito dell'apposito progetto "di promozione e sviluppo", sta per aprirsi all'utenza pubblica, pronta anche ad offrire ad un accesso ampio e diversificato all'informazione grazie alla completa informatizzazione della struttura.
Il Sistema Bibliotecario "Irpinia", che si pone come obiettivo la creazione di un catalogo unico, è il naturale punto di arrivo del processo di aggiornamento, di implementazione e di ottimizzazione dell'utilizzo integrato di risorse e possibilità, ma soprattutto il nuovo impegno della Biblioteca.

foto biblioteca